PARTICOLARE TENUITÀ DEL FATTO PER IL FURTO DI DUE SALAMI

La Corte di Cassazione  ha annullato con sentenza del 18 ottobre 2016 n. 44092  la sentenza di condanna della Corte d’Appello di Lecce emessa nei confronti di un uomo che aveva rubato due salami…


SOLO I MESSAGGI WHATSAPP ORIGINALI SONO UTILIZZABILI COME PROVA DOCUMENTALE

La sola trascrizione dei messaggi del tipo Whattzup non ha valore di prova e non può essere considerata affidabile, diversamente dalle registrazioni foniche che invece hanno valore di prova…


MALTRATTAMENTI AL CONVIVENTE, NON PIÙ CONVIVENTE

La Suprema Corte di Cassazione sez. V, con sentenza del 20 aprile 2017 n. 25498 ha fatto chiarezza circa gli elementi del reato di cui all’art. 572 cp ed ha statuito che tale delitto si può…


CONDIZIONATORE TROPPO RUMOROSO PUO’ COSTITUIRE REATO

La Corte di Cassazione ha recentemente confermato la condanna per un albergatore che aveva installato un condizionatore troppo rumoroso. L’art. 844 c.c. vieta al proprietario del fondo di emettere,…


SERVIRE SURGELATI ALL’INSAPUTA DEL CLIENTE COSTITUISCE REATO

La Corte di Cassazione con sentenza 34783 depositata il 17 luglio 2017 ha statuito che commette reato il ristorante che serve ai clienti alimenti surgelati senza previamente informarli sulla natura…


LE SCRIMINANTI CULTURALI

Con la sentenza 24084/17 la prima sezione penale della Corte di Cassazione si è pronunciata nuovamente sulle scriminanti culturali nell’ordinamento italiano. Il caso era quello di un indiano sikh…


BUONA FEDE SULLA NORMATIVA SETTORIALE NEI REATI AMBIENTALI

Il fatto che una normativa settoriale sia complessa non può rappresentare di per se un elemento scusante, sussistendo un dovere di informazione fondato sugli obblighi solidaristici affermati…


POTERI DEL GIUDICE IN ORDINE AL PATTEGGIAMENTO

La Cassazione Penale sezione III, con sentenza 13719 del 6 aprile 2016, ha statuito che in tema di applicazione della pena su richiesta delle parti, poichè l’istituto ha natura negoziale, il Giudice,…


IL PRIMARIO CHE SI ALLONTANA DALL’OSPEDALE SENZA TIMBRARE IL CARTELLINO COMMETTE IL REATO DI TRUFFA

Il Gip presso il Tribunale di Ivrea aveva dichiarato il non luogo a procedere nei confronti di un medico per il reato di truffa aggravata: il primario di otorinolaringoiatra di un ospedale piemontese…


MODALITÀ DEL CONSENSO AL PRELIEVO EMATICO A SEGUITO DI INCIDENTE STRADALE

La sentenza 4234/17 della Sezione Quarta penale della Cassazione depositata il 31/1/17, segue quel filone giurisprudenziale che sostiene che chi viene trovato in stato di ebbrezza dopo un incidente…